Cani, vaccino sotto accusa: “Può causare complicazioni letali”

Pubblicato il 10 luglio 2016 07.00 | Ultimo aggiornamento: 8 luglio 2016 13.02

Tags:

 
Cani, vaccino sotto accusa: "Può causare complicazioni letali"

L ONDRA – Sono migliaia i cani morti negli ultimi due anni per gravi complicazioni dopo essere stati vaccinati contro le infezioni batteriche. A lanciare l’allarme è la World Small Animal Veterinary Association, che punta il dito soprattutto contro il nuovo vaccino Nobivac L4, che protegge dalla leptospirosi, che può essere fatale. Ma può portare a complicazioni altrettanto gravi. I più esposti sono in particolare i cuccioli sotto i dodici mesi di età, sottolinea il MailOnline.

Creato dalla MSD Animal Health, il vaccino serve per proteggere dalla leptospirosi, una malattia diffusa dai ratti e dagli animali selvatici. Il batterio può diffondersi in tutto il corpo, ma colpisce soprattutto i polmoni. In casi estremi, provoca la morte, con rischio di complicazioni pesanti soprattutto per gli animali più giovani.

La Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals raccomanda che i cuccioli siano vaccinati contro moltissime malattie, compresa la leptospirosi, così come contro l’epatite canina e altre patologie. Così solitamente i cuccioli vengono vaccinati a otto o dieci settimane, con un richiamo dodici mesi dopo.

Ma dal 2014 il Dipartimento di veterinaria del governo britannico ha ricevuto duemila rapporti di morte di cani per reazioni avverse al Nobivac L4, compresa la morte sospetta di almeno 120 cani.

Parlando al quotidiano Sunday Telegraph, la MSD Animal Health ha affermato che i casi di reazioni avverse sono “rari”: “E’ importante esaminare criticamente i fatti relativi alle reazioni avverse non sostenute da evidenza medica. Le complicazioni possono essere causate da altre patologie che non c’entrano con i vaccini”. Questa, almeno, la tesi dei produttori del vaccino.