Cancro al seno, dieta mediterranea abbassa rischio recidiva

Pubblicato il 7 giugno 2016 10.30 | Ultimo aggiornamento: 7 giugno 2016 08.51

Tags: ,

 

P IACENZA – Tumore al seno, la dieta mediterranea può aiutare a ridurre il rischio di recidiva. E’ quanto hanno scoperto i ricercatori dell’ospedale di Piacenza, in un piccolo studio finito sotto i riflettori degli Stati Uniti.

I ricercatori hanno posto sotto osservazione oltre 300 donne con tumore al seno in stadio precoce, che sono state divise in due gruppi: 199 osservavano una dieta normale, mentre 108 seguivano lo ‘stile mediterraneo’ a tavola. Un regime alimentare che comprende ortaggi, frutta, noci, semi, pesce, olio d’oliva e cereali integrali ed è caratterizzato da un basso contenuto di carne rossa e trasformati, e con alcool ridotto al minimo. Le donne, che erano in remissione dal cancro al seno, sono state monitorate per tre anni. Risultato: nel periodo considerato, 11 pazienti del gruppo che seguiva una dieta normale sono state nuovamente colpite dal cancro, mentre nessuna nel gruppo della dieta mediterranea ha avuto ricadute.

Già nel 2015 uno studio dell’Università di Navarra a Pamplona e del Centro spagnolo di ricerca biomedica in fisiopatologia dell’obesità e nutrizione (Madrid) si era concentrato sull’impatto di una dieta mediterranea integrata con olio extravergine di oliva, associandola con un minor rischio di tumore al seno. Nello studio gli esperti avevano messo a confronto donne le cui famiglie consumavano un litro di olio evo a settimana con quelle che seguivano una dieta povera di grassi. In tutto ne sono state arruolate più di 4 mila e i ricercatori hanno scoperto che quelle del ‘partito’ della dieta mediterranea all’olio d’oliva sembravano avere un 68% di riduzione del rischio di cancro al seno.