Guidare assetati è come guidare ubriachi: lo dice uno studio inglese