Bambini bevono troppa poca acqua: un quarto del fabbisogno

Pubblicato il 8 aprile 2016 16.30 | Ultimo aggiornamento: 8 aprile 2016 15.37

Tags: ,

 
Bambini bevono troppa poca acqua: un quarto del fabbisogno

L ONDRA – I bambini bevono troppa poca acqua: solo un quarto di quella che dovrebbero bere. L’allarme arriva dal Regno Unito, rilanciato dal Daily Mail, ma sicuramente riguarda anche molti bambini italiani.

I piccoli tra gli 11 e i 18 anni, dice una ricerca, bevono in media 400 millilitri di acqua al giorno, contro un fabbisogno di circa due litri. Addirittura secondo i dati raccolti dallo UK National Diet and Nutrition Survey, i bimbi tra i quattro e i dieci anni bevono, in media, soltanto 276 millilitri di acqua al giorno. Al contrario, abbondano i succhi di frutta e le bibite frizzanti, tutti ad alto contenuto di zuccheri, promotori di obesità e diabete.

Il ministero della Sanità inglese raccomanda di dare ai bambini non solo acqua, se questi chiedono qualcosa di diverso, ma anche succhi senza zucchero, latte scremato e tè (o magari meglio ancora tisane senza teina).

Un recente studio dell’Università di Liverpool ha evidenziato come i succhi di frutta, anche quelli che sostengono di essere 100% frutta, e ‘frullati’ commercializzati specificamente per i bambini contengono troppi zuccheri: si può arrivare a quantità di zuccheri pari alla dose massima giornaliera raccomandata per i bambini (19 grammi che equivale a meno di cinque cucchiaini).

I ricercatori hanno analizzato tantissimi prodotti e 158 succhi di frutta, scoprendo che contengono in media qualcosa come 5,6 grammi di zuccheri per 100 millilitri (e bisogna pensare che le confezioni in vendita sono di solito di 200 millilitri a porzione); ma lo zucchero sale a 10,7 grammi per 100 millilitri nei cosiddetti succhi 100% frutta (ad esempio i succhi di arancia o frutti di bosco o ananas). I ricercatori ne hanno testati 21.

Infine gli zuccheri arrivano mediamente ai 13 grammi per 100 millilitri nei ‘frullati’, i cosiddetti ‘smoothies’ che sono confezioni di frutta con una consistenza cremosa che possono contenere anche latte o yogurt. Si tratta, insomma, di quantità di zucchero eccessive specie se il destinatario è un bambino che non dovrebbe superare i 19 grammi di zucchero al giorno (comprensivi di tutti i pasti e bevande). I consigli degli autori sono quindi di limitare il consumo di questi prodotti, sostituirli il più possibile con frutta fresca intera o anche darli diluiti con acqua.