Alzheimer, un farmaco fa scomparire le placche nel cervello

Pubblicato il 1 settembre 2016 16.00 | Ultimo aggiornamento: 1 settembre 2016 15.26

Tags:

 
Alzheimer, un farmaco fa scomparire le placche nel cervello

M ILANO – Morbo di Alzheimer, un farmaco fa scomparire le placche al cervello nel giro di un anno. E’ la importante scoperta di uno studio preliminare i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature che illustra come l’utilizzo del farmaco Aducanumab sia in grado di rallentare il declino cognitivo, facendo diminuire la quantità di placche amiloidi, l’accumulo di proteine nel cervello che è considerata la causa dell’Alzheimer.

Il farmaco Aducanumab, un anticorpo monoclonale che ‘insegna’ al sistema immunitario a riconoscere le placche, è stato testato su un gruppo di 165 persone con Alzheimer moderato, metà delle quali ha ricevuto una infusione settimanale, mentre gli altri hanno avuto un placebo. Chi ha ricevuto il principio attivo ha mostrato una progressiva riduzione delle placche, spiegano gli autori. “Dopo un anno – sottolinea Roger Nitsch dell’università di Zurigo, che definisce i risultati ‘incoraggianti’ – le placche sono quasi completamente scomparse”.

Come ricorda Repubblica,

L’Alzheimer oggi colpisce 47 milioni di persone nel mondo. L’assistenza in un Paese occidentale costa circa 15mila euro all’anno, ma può arrivare a 70mila in case di cura specializzate. In un ampio articolo pubblicato il 30 luglio, la rivista medica inglese The Lancet aveva fatto notare che “le proteine beta-amiloide e tau sono effettivamente presenti nella maggior parte dei cervelli colpiti da demenza, tuttavia i ricercatori non sono così sicuri che la relazione sia puramente di causa-effetto”. Sempre più evidenze, prosegue Lancet, “suggeriscono che lo stile di vita giochi un ruolo importante, con diabete, obesità, attività fisica e mentale, fumo e dieta”.