Alzheimer, dieta mediterranea ma non solo: come prevenirlo

Pubblicato il 24 marzo 2016 09.30 | Ultimo aggiornamento: 24 marzo 2016 09.16

Tags: , ,

 
Dieta anti additivi: 14 consigli utili da seguire

R OMA – Alzheimer, per proteggere la memoria via libra a mirtilli, verdure a foglia verde e frutta secca. Bene la dieta mediterranea, ma anche la Mind (Mediterranean-Dash intervention for neurodegenerative delay, ovvero Intervento Mediterraneo-Dash per ritardare la neurodegenerazione). A dirlo sono alcuni studi della Rush University Medical Center di Chicago, che hanno seguito per cinque anni un gruppo di quasi mille adulti che seguivano la dieta mediterranea, la dieta Mind e la dieta Dash (Dietary Approaches to Stop Hypertension, ovvero Approccio dietetico per fermare l’ipettensione).

Ebbene, come spiega la nutrizionista Carla Favaro sul Corriere della Sera, i modelli alimentari vincenti contro l’Alzheimer sono soprattutto la dieta mediterranea e la Mind. Ma vediamo perché, con le parole della dottoressa Favaro:

“Per valutare l’aderenza a questi modelli, si è utilizzato un punteggio calcolato in base alla frequenze di consumo degli alimenti più caratteristici. Per i primi due, il punteggio dipendeva principalmente da un’ampia presenza di alimenti vegetali e da un limitato consumo di quelli di origine animale, con qualche specificità, come l’utilizzo di olio d’oliva per il modello mediterraneo o il consumo quotidiano di latticini magri per il regime «Dash». Per la «Mind», contribuivano al punteggio componenti in comune con gli altri modelli e altri specifici come la presenza di cibi ritenuti neuroprotettivi: mirtilli e verdure a foglia verde o la restrizione di fritti o cibo da fast food e formaggi a meno di una volta alla settimana.

Dopo aver seguito i partecipanti per cinque anni, i ricercatori hanno visto che tutte le tre diete riducevano il rischio Alzheimer: con la dieta Dash del 30%, con quella mediterranea del 54% e del 53% con la Mind, che però presentava un altro vantaggio; anche seguita non «integralmente» riduceva il pericolo Alzheimer del 35%”.

Ma quali sono i cibi che fanno meglio contro l’Alzheimer? In base ai dati raccolti in questo studio si può osservare che per proteggere la mente è bene consumare spesso:

 

  • verdure a foglia verde
  • mirtilli e fragole
  • frutta secca
  • olio di oliva
  • cereali integrali
  • legumi
  • pesce
  • pollame