Perfezionismo, attenzione: si rischia il burnout