San Valentino con Fedez: frasi del rapper sui Baci Perugina

Pubblicato il 21 gennaio 2016 13.24 | Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2016 13.24

Tags:

 
San Valentino con Fedez: frasi del rapper sui Baci Perugina

R OMA – San Valentino con Fedez: frasi del rapper sui Baci Perugina. “Fuori e’ magnifico / si’ ma tu un po’ di piu'”, “L’amore e’ un punto d’arrivo, una conquista. Non esiste una prospettiva senza due punti di vista”, sono solo alcune delle piu’ belle frasi d’amore di Fedez, idolo dei giovani, 19 dischi di platino e 7 dischi d’oro. Le frasi a San Valentino si scarteranno nei Baci Perugina, diventando testi dei cartigli in limited edition.

Non solo canzoni ma anche 10 frasi inedite e soprattutto i tatuaggi, segno distintivo del cantante, saranno protagonisti. Amore romantico ma anche quello piu’ duro, tormentato: “Spesso parliamo del tempo terso, per non pensare al tempo perso”. L’amore poi lascia spazio anche all’ironia: “In amore e’ tutta una questione di chimica. E io ero bravo in geografia”. Questi sono solo alcuni degli inediti che ha scritto Fedez in qualita’ di speciale “cupido”.

Fedez è nato a Milano il 15 ottobre 1989. E’ fidanzato con Giulia Valentina, 25 anni,. Quest’ultima sì è da poco laureata in economia alla Cattolica di Milano, con tesi sui metodi di marketing e comunicazione delle istituzioni religiose. Lei e il rapper dovrebbero essere vicini al terzo anniversario, anche se entrambi non amano fare i calcoli. “Non siamo tanto per le ricorrenze”, ha raccontato lei in un’intervista a Vanity Fair. Quel che è certo e che il primo incontro è stato in discoteca, quando lei non ha ceduto alle avances di lui. Che è poi tornato alla carica via social. Praticamente da allora vivono insieme. Fedez ha raccontato le sue origine sempre nel corso di un’intervista con Vanity:

“Vivevamo in una casa modestissima presa con il mutuo da mio padre. Faceva l’orefice. Con la crisi dell’oro, nel 2001, perse tutto. Il lavoro e anche la sapienza da artigiano, affinata per anni. Si è riciclato come magazziniere. Mia madre invece gestiva l’archivistica di una multinazionale. Scartoffie, documenti, 1.500 euro di stipendio”.