Gucci sceglie Tokyo per nuova campagna pubblicitaria

Pubblicato il 1 luglio 2016 10.41 | Ultimo aggiornamento: 1 luglio 2016 10.41

Tags:

 
Gucci sceglie Tokyo per nuova campagna

D opo l’edonistico abbandono di Berlino, Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, ha scelto le eccentriche sottoculture di Tokyo per la campagna pubblicitaria per l’autunno inverno 2016 2017, scattata da Glen Luchford. Berlino è stata teatro della contrapposizione tra l’ambiente metropolitano e le atmosfere romantiche, mentre Tokyo è stata scelta per la sua congiunzione tra tradizione e ultra modernità. Nelle immagini di campagna, diretta da Michele, la tribù dei ragazzi Gucci si abbandona alle luci caotiche e ai suoni della città, vagando tra sale da tè e sale da gioco pachink.

Intanto lo scorso 29 giugno il Fondo Finint Virgilio cede a Hines per 50 milioni di euro “Palazzo Aliverti”, sede storica di Gucci a Milano. Il complesso immobiliare, di 11 mila metri quadrati, si trova a circa 500 metri da Piazza Duomo. La parte originale dell’immobile risale alla fine del XVII secolo ed è sottoposta a vincoli diretti del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. “Siamo soddisfatti per il positivo esito di questa transazione – afferma Ugo Debernardi, Ad per gli Investimenti Immobiliari di Finint Investments Sgr – l’immobile di Via Broletto è stato un fiore all’occhiello nella nostra attività di gestione e siamo certi che Hines Italia, con la nuova direzione coordinata dal Managing Director Mario Abbadessa, continuerà con soddisfazione le attività di valorizzazione del complesso”.

Ricordiamo inoltre che Gucci unificherà le sfilate delle collezioni Uomo e Donna a partire dal 2017. L’annuncio da parte del presidente e ceo della maison Marco Bizzarri è arrivato ad aprile in occasione del suo intervento alla Luxury Conference dell’International New York Times a Versailles. Al direttore creativo di Gucci Alessandro Michele spetterà il compito di presentare dunque una sola collezione a stagione. La prima sfilata unificata si svolgerà nella nuova sede di Gucci a Milano, in via Mecenate.

“Per me è un fatto naturale – ha detto Alessandro Michele – presentare le mie collezioni uomo e donna assieme. E’ esattamente come vedo il mondo oggi. Non sarà necessariamente un percorso facile, ma sono certo che questa scelta mi darà l’opportunità di raccontare in modo diverso il mio story telling”. Gucci conferma che manterrà la sua strategia di “seenow, buylater”, nel pieno rispetto delle esigenze dei processi creativi e manifatturieri del settore.

“Alessandro Michele – ha commentato il ceo – ha da sempre presentato le sue collezioni uomo e donna contemporaneamente, quindi non è altro che un’evoluzione molto naturale. Optare per un’unica sfilata per ogni stagione semplificherà molti aspetti del nostro business. Mantenere due calendari distinti e separati è più il risultato di un retaggio della tradizione che una scelta pratica. Nello spirito di piena collaborazione con Camera Nazionale della Moda, e con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente il sistema italiano della moda – ha concluso Bizzarri – lavoreremo a stretto contatto con Camera della Moda per definire insieme un calendario che permetta di mantenere i tempi del “seenow, buylater” per le nostre sfilate, che sono indispensabili per valorizzare al massimo sia il processo creativo che quello produttivo, per i quali i tempi di esecuzione restano fondamentali”.