Dior, Maria Grazia Chiuri prima donna a disegnare per la maison

Pubblicato il 11 luglio 2016 08.44 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2016 08.44

Tags:

 
Dior, Maria Grazia Chiuri prima donna a disegnare per la maison

Dior ha annunciato ufficialmente la nomina di Maria Grazia Chiuri, che ha dato l’addio a Valentino, a direttore artistico della collezione haute couture donna, pret a porter e per la collezione di accessori. E’ la prima volta di una donna alla guida artistica della storica maison per la collezione donna. Ma non è la prima italiana, visto che è stata preceduta dallo stilista italiano Gianfranco Ferrè (1989-1997). In un primo momento, Valentino ha mantenuto il silenzio stampa, ma ormai la notizia è ufficiale. Maria Grazia Chiuri presenterà la sua prima collezione per Dior in occasione delle sfilate pret a porter di Parigi, il 30 settembre 2016.

In merito alla nomina, Bernard Arnault, ha detto: “Maria Grazia Chiuri è internazionalmente riconosciuta acclamata per il suo enorme talento. Lei donerà la sua elegante e moderna visione alla donna Dior, e allo stesso tempo ne esalterà lo storico stile”.

“E’ un grande onore entrare per me entrare nella maison Dior. Sento la tremenda responsabilità di essere la prima donna a capo della creatività di questa maison profondamente radicata nella pura espressione della femminilità. La ricchezza infinita della sua eredità continua ad essere una costante fonte di ispirazione per la moda ed io non posso aspettare per esprimere il mio punto di vista. Sono estremamente grata a Mr Arnault e Mr Toledano per aver creduto in me”, ha detto la nuova direttrice creativa della maison Maria Grazia Chiuri.

Quanto a Sidney Toledano, President and CEO of Christian Dior Couture: “Sono entusiasta di dare il benvenuto a Maria Grazia Chiuri nella maison Christian Dior. La sua visione della donna, sensuale e poetica insieme, è nello spirito di Monsieur Dior. La sua esperienza nell’arte della couture e la sua passione per la lavorazione artigianale è in perfetta armonia con l’eccezionale know-how del nostro atelier.”