Stefano Dionisi: attore arrestato, piante marijuana in casa

Pubblicato il 13 maggio 2016 14.28 | Ultimo aggiornamento: 13 maggio 2016 14.28

Tags:

 

ROMA – Stefano Dionisi è stato arrestato e condannato per direttissima a 4 mesi. Il motivo? L’attore aveva delle piante di marijuana, una serra, in casa. Piante alte un metro. Ecco la storia sintetizzata dal Corriere della Sera:

Coltivava piante di marijuana alte più di un metro nella cucina della sua casa in Prati l’attore Stefano Dionisi, arrestato domenica pomeriggio con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Oggi il protagonista del film «Farinelli –Voce regina», che nel 1984 gli valse il David di Donatello, è stato condannato nel processo per direttissima a quattro mesi di reclusione (con il rito abbreviato).

 L’interprete di Luciano Liggio nella serie tv «L’ultimo dei corleonesi» si è difeso in aula sostenendo di fare uso di marijuana solo per motivi personali. Ma il pm Mario Pesci non gli ha creduto e ha chiesto appunto la condanna dell’attore, registrato all’anagrafe come Stefano Ciamponi.

A far scattare le manette verso le quattro di ieri pomeriggio è stata la sua camminata goffa sotto casa. Intabarrato in un giubbotto, l’aria circospetta, lo sguardo basso, un modo di fare insomma che difficilmente sarebbe passato inosservato. Il suo comportamento infatti ha attirato l’attenzione di quattro carabinieri, che hanno fermato l’attore per domandargli se avesse qualche problema.