Torta Malakoff ovvero la Torta dei Misteri

Pubblicato il 1 aprile 2016 05.00 | Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2016 12.04

Tags: , ,

 
Torta Malakoff ovvero la Torta dei Misteri

Roma – Torta Malakoff ovvero la Torta dei Misteri.

Cercando in rete sotto la denominazione Malakoff si trova tutto e niente, da una cittadina francese dell’hinterland di Parigi a una battaglia franco-russa, da una fritella di formaggio svizzera, a una specie di charlotte a base di biscotti madeira, o savoiardi.
T
ra una ricerca e un’altra, è saltata fuori anche una ‘malakoff’ di origine austro-ungarica con strati di savoiardi o pan di spagna, frutta e crema pasticcera mescolati con panna montata, ma non esiste pagina web che dica da dove arrivi con certezza e perché si chiami così.

Insomma un bel mistero…

Noi intanto vi presentiamo la versione proposta da Lyuba Radeva, che qualunque origine abbia, oltre a essere molto bella è infinitamente buona..

Tempo di realizzazione.
2 ore e 30 + il riposo in frigo di almeno 4 ore.

.

Porzioni: 8.

Diametro: 18 cm.

Ingredienti.
Per il pan di spagna alle mandorle.

2 uova.
75 g di zucchero.
35 g di farina.
40 g di farina di mandorle.
qualche goccia di estratto di vaniglia.

Per la crema parfait.
250 g di latte.
2 tuorli.
70 g di zucchero.
160 g di panna montata.
½ bacca di vaniglia.
5 g di gelatina in polvere.

Per lo strato interno.
8 savoiardi.
1 tazzina di caffè zuccherato a gusto.
1 tazzina di latte o liquore.

Per la bagna.
50 g di acqua.
20 g di zucchero.

Per la copertura e la decorazione.
250 g di panna.
40 g di zucchero a velo.
½ cucchiaino di estratto di vaniglia.
30-40 g di granella di mandorle.
20-30 g di cioccolato a scaglie.
20 g di cioccolato per ricoprire i biscotti.
8 amarene.

Procedimento.
per il pan di spagna.

Montiamo benissimo le uova con lo zucchero e aromatizziamo con la vaniglia. Setacciamo insieme le farine e aggiungiamole alla montata di uova e zucchero, mescolando con la spatola, con movimento dal basso verso l’alto, per non smontare il composto.
Sul retro di un foglio di carta forno disegniamo due cerchi del diametro di 20 cm. e lo adagiamo sulla placca del forno. Mettiamo l’impasto nella sac à poche e lo distribuiamo uniformemente dentro i cerchi. accanto facciamo anche una diecina di piccoli biscottini tondi per la decorazione.
Cuociamo a 150°-160°C per 15 minuti circa. Una volta freddo ritagliamo i dischi a 18 cm precisi – la misura dello stampo o l’anello dove comporremo il dolce.

Crema parfait.
Mescoliamo insieme la gelatina con 1 cucchiaio di acqua fredda e lasciamo gonfiare.
Portiamo a bollore il latte con la bacca di vaniglia e spegniamo il fuoco. Lasciamo insaporire per qualche minuto e togliamo la bacca. Sbattiamo insieme i tuorli con lo zucchero, versiamo sopra il latte caldo, rimettiamo sul fuoco bassissimo e cuociamo la crema, girando sempre, fino a che non “vela” il cucchiaio. Non deve bollire! Togliamo dal fuoco, aggiungiamo la gelatina e la facciamo sciogliere. Lasciamo raffreddare a temperature ambiente e aggiungiamo la panna montata.

Composizione della torta.
Tagliamo i savoiardi a pezzi più piccoli in modo da poter formare tre cerchi concentrici nello stampo.
Uniamo il caffè con il latte (o il liquore).
In uno stampo apribile o in un anello di 18 cm di diametro mettiamo sotto il primo disco di pan di spagna e bagniamo leggermente con la bagna di acqua e zucchero. Versiamo sopra la metà della crema e mettiamo per 10 minuti in frigo. Bagniamo i savoiardi nel caffè e facciamo uno strato di tre cerchi concentrici sulla crema. Ricopriamo con l’altra metà della crema. Mettiamo in frigo per rassodare bene (almeno 4 ore, meglio tutta la notte).
Montiamo la panna per la decorazione con lo zucchero e l’ estratto di vaniglia. Togliamo l’anello dalla torta e ricopriamo bene con la panna. Decoriamo sopra con delle rose di panna, scaglie di cioccolato, amarene e i biscottini immersi per metà nel cioccolato fuso e fatti raffreddare. Passiamo la granella di mandorle per qualche minuto sul fuoco o nel forno per tostare leggermente e decoriamo il bordo della torta.

.

In collaborazione con il Gruppo Facebook “Quelli che non solo dolci”

Per saperne di più sul gruppo “Quelli che non solo dolci” clicca qui.

Se vuoi diventare anche tu un membro del gruppo clicca qui.

.

Chi è Lyuba Radeva.

Mi chiamo Lyuba, sono bulgara, faccio l’avvocato e lavoro anche nelle aziende di famiglia. Per me la cucina è una grande passione, ma anche una valvola di sfogo dallo stress. Mi piace cucinare di tutto, ho un  debole particolare per il pane, i lievitati e adoro i dolci. Mi piace tanto sperimentare e creare nuove ricette.

Altre ricette di Lyuba su Ladyblitz.

Scorzette di Arancia candite
Brioche di Natale alle mandorle
Torta Sweet Vision
Pan Brioche allo yogurt con mele e mirtilli rossi
Tarte Bourdaloue ovvero Crostata francese con Pere e Mandorle
Cornetti integrali a lievitazione mista
Mont Blanc
Biscotti alle noci senza glutine, latte e burro
Cheesecake al Salmone
Chiacchiere di Carnevale…
Manicotti di Boemia o Caminetti Dolci
Biscotti Integrali con Fiocchi d’Avena
Mimosa Cheesecake
Cioccomonti e Tartufi alle Noci
Treccia Profumata di Pasqua
Treccia salata di Pasqua

Lyuba Radeva

Lyuba Radeva

Torta Malakoff ovvero la Torta dei Misteri.

Link a Lady Kitchen