Crostata Agrumata ispirata a Gianluca Fusto

Pubblicato il 5 aprile 2016 05.00 | Ultimo aggiornamento: 5 aprile 2016 14.07

Tags: , ,

 
Crostata Agrumata ispirata a Gianluca Fusto

Roma – Crostata Agrumata ispirata a Gianluca Fusto.

Una deliziosa frolla alle mandorle farcita con una fresca crema di limoni e cioccolato bianco e guarnita con agrumi… E’ questa la Crostata Agrumata proposta da Salvatore Tidona ispirata alla crostata di Gianluca Fusto.

Tempi di lavorazione.
1 ora.

Tempi di riposo.
12 ore.

Ingredienti per 2 torte.

Per la pasta frolla alle mandorle.
45 g di farina di mandorle (di Sicilia).
150 g di burro.
130 g di zucchero a velo.
75 g di uova.
360 g di farina 00.
3 g di sale.

Per la crema di limoni leggera.
440 g di succo di limone di Amalfi.
120 g di zucchero.
560 g di uova.
340 g di cioccolato Ivoire 35%.
20 g di burro di cacao.
7 g di zeste di limone.

Procedimento.

Per la frolla alle mandorle.
fate ammorbidire il burro a 25°C e ponetelo in una planetaria munita di foglia con lo zucchero e le uova; amalgamate il tutto facendo attenzione a non incorporare aria.

Unite la farina di mandorle e legate il tutto con 120 g di farina 00; ultimate l’impasto con la restante farina ed il sale. Conservate la pasta frolla in frigorifero avvolta nella pellicola a 4°C per almeno 12 ore, stendetela a 2,5 mm di spessore.

Imburrate 1 stampo di metallo per crostate di 18 cm di diametro quindi rivestiteli con la pasta frolla.

Cuocete in forno ventilato già caldo a 160°C, tenendo il portellone leggermente aperto con l’aiuto di un cucchiaio di legno e un canovaccio. Il tempo di cottura varierà in base alle dimensioni e alla tipologia del forno.

per la crema.
Pesate gli ingredienti separatamente. In una bastardella unite uova e zucchero, mescolate e lasciate fluidificare la lecitina dell’uovo. In una casseruola da un litro portate a bollore il succo di limone filtrato e diluitelo nelle uova in 4 volte. Portate a ebollizione,(io a 83°C max) mescolando continuamente e mixate bene. Nel microonde sciogliete in una bastardella il cioccolato Ivoire insieme al burro di cacao a 40-45°C, unitevi le zeste di limone.

Versate il composto bollente poco per volta sulla copertura, frizionate energicamente in modo da creare un nodo elastico e brillante.

Ripetete l’operazione in 4-5 volte in modo da conservare questa struttura.

Fate cristallizzare in frigorifero almeno per 12 ore. Vi suggerisco di assaggiare il succo del limone se troppo aspro, a mio parere potete aggiungere fino al 1,5 di zucchero(sino gr 200 credo vada bene), la ricetta e fatta in quel modo sicuramente per i limoni di Amalfi, ma se avete dei limoni normali l’acidità del limone la possiamo attenuare solo con lo zucchero.

A mio avviso se vedete che non viene ben sostenuta dopo il raffreddamento potete aggiungere della gelatina colla di pesce come in una crema pasticcera normale cioè circa 1% del peso totale.

Poi assemblare come una crostata alla frutta e sbizzarritevi nel decoro.

.

In collaborazione con il Gruppo Facebook  “Quelli che non solo dolci”

Per saperne di più sul gruppo “Quelli che non solo dolci” clicca qui.

Se vuoi diventare anche tu un membro del gruppo clicca qui.

.

Chi è Salvatore Tidona.

Mi chiamo Salvatore Tidona ho 45 anni, sono nato a Francoforte ma vivo a Vittoria, in provincia di Ragusa, da 37 anni. Sono sposato e ho 2 figli, lavoro in un’azienda che produce materiali per le serre. Mi piace la cucina in generale, la pasticceria è la mia passione.

Salvatore Tidona

Salvatore Tidona

 

Link a Lady Kitchen