Cooking For Art: Premio Miglior Chef e Pizza Chef Emergente

Pubblicato il 21 giugno 2016 18.53 | Ultimo aggiornamento: 21 giugno 2016 18.53

Tags: , ,

 
Cooking For Art: Premio Miglior Chef e Pizza Chef Emergente

Roma – Cooking For Art: Premio Miglior Chef e Pizza Chef Emergente.

Come da tradizione anche quest’anno Luigi Cremona e Witaly Srl porteranno i grandi Chef del centro e del sud Italia a contatto diretto con il pubblico nella location del Villaggio “Birroforum” di Lungotevere Maresciallo Diaz. In questa meravigliosa location verrà assegnato oltre al premio miglior chef emergente del centro e sud d’Italia, anche quello del miglior Pizza Chef Emergente.

Venti giovanissimi chef provenienti dalle varie regioni del centrosud si sfideranno nelle due serate del sabato e della domenica di fronte a giurie che vedranno la presenza di chef noti ed esperti del settore. I migliori si sfideranno nella finale del lunedì che decreterà i due finalisti che affiancheranno quelli del Nord nella finalissima di ottobre. In parallelo la sfida dei giovani pizzaioli per arrivare anche qui a definire i finalisti del Centro e del sud.

“Premio Chef Emergente del CentroSud 2016” è una grande occasione per gli appassionati, per gli operatori, per tutti coloro che amano questo settore, per vedere dal vivo gli chef famosi e per scoprire quelli che domani forse lo saranno.

Tra una gara e l’altra il pubblico potrà assaggiare le ricette dei vari chef, che ricordiamo sono sempre due, una a tema libero e l’altra a tema fisso (questa volta per i giovani chef del sud il tema obbligato sarà la pancia disossata dell’azienda La Granda, mentre gli chef del centro si esibiranno in un piatto di pasta del Pastificio dei Campi) e i migliori prodotti del Made in Italy presente all’evento con un centinaio di aziende selezionate.

Di seguito i nomi dei partecipanti al concorso “Chef Emergente del Centro 2016”. Dalle Marche: Alessandro Rapisarda – Caffè Operà, Hotel Gallery. Dalla Toscana: Andrea Papa Romano, Alessandro Levi – Atman, Alessandro RossiLa Leggenda dei Frati. Dall’Abruzzo: Angelo LanaroLa Zattera. Dal Lazio: Domenico StileEnoteca la torre, Ciro ScamardellaMetamorfosi, Giovanni CerroniRistorante Nest, Luca Carucci Osteria Fernanda, Giuseppe Lo IudiceRetrobottega.

Questi invece i partecipanti al premio “Chef Emergente del Sud 2015”. Dalla Campania: Davide CiavattellaRistorante l’Olivo, Capri Palace, Stefano ParrellaOsteria La Lanterna. Dalla Calabria: Matteo Morello Antonio Abbruzzino, Dalla Sicilia: Giuseppe TorrisiZash, Giulia CarpinoOsteria Villagrande, Francesco CostanzoLa Locanda del Gusto,Davide GuidaraEolian Milazzo Hotel. Dalla Sardegna: Alberto SannaRistorante Il Campidano. Dalla Puglia: Vincenzo MiracapilloUmami, Isabella Benedetta PotìBross.

Pizzaioli: Marco Capri; Pier Daniele Seu; Tiziano Casiddu; Sergio Frollo; Francesco Vittucci; Luca Belliscioni; Pier Luigi Madeo; Raffaele Menna; Stefano Gabriele Susca; Luigi Basilico; Angelo Rumolo; Alessio Sisinno; Valentino Tafuri; Ciro Riccardi; Francesco Vitiello; Antonella Di Terlizzi; Antonio Pellegrini.

Molti gli espositori presenti anche quest’anno che offriranno nei loro stand in degustazione i propri prodotti al pubblico presente. Aziende agricole, oleifici, aziende vitivinicole, prodotti di eccellenza come caviale, tartufi e tanto altro. Oltre ad aziende produttrici e fornitrici di prodotti, attrezzature e accessori per l’alta ristorazione, riviste di settore e distributori alimentari.

Importante novità di quest’anno sarà il premio delle “Migliori 100 Botteghe di Roma”. Tramite sondaggio popolare ed una giuria di esperti sono state scelte le botteghe che verranno all’evento nella giornata di domenica 26 per ritirare l’attestato e per scoprire chi sarà il vincitore dei 4 premi.

Il meccanismo di selezione delle botteghe è principalmente quello del suffragio popolare 100 botteghe sono state nominate sui social dell’evento. La scelta è stata quella di non dividere le botteghe per categorie, ma di considerare dei parametri che ogni negozio di valore deve necessariamente avere: saper selezionare grandi prodotti, scoprire piccole produzioni e promuoverle sul territorio e saper consigliare il cliente e trovare per lui sempre la soluzione migliore. Witaly ha poi chiesto ad alcuni esperti di formare una giuria a supporto del voto e per l’assegnazione dei premi speciali, eccola: Alessio Pietrobattista, Giulia Mancini, Alessandro Meo, Alfonso Isinelli, presieduta da Lorenza Fumelli.  Saranno i giurati a decidere 3 premi speciali, secondo il loro insindacabile giudizio:

  • Miglior servizio al pubblico
  • Miglior ricerca e selezione delle materie prime
  • Miglior locale

Alla giuria quindi spetta il compito di individuare, tra le botteghe nominate, quelle che hanno maggior attenzione e premura verso i clienti, quelle che naturalmente lavorano meglio sul territorio come ricerca e selezione, e quelle che hanno il locale più bello e soprattutto più funzionale al servizio. Completamente popolare è invece il voto finale: La Miglior Bottega di Roma. Sulle pagine social di Witaly trovate ogni dettaglio, ma se vorrete nominare la vostra bottega preferita potete farlo anche su Agrodolce http://www.agrodolce.it/2016/06/10/qual-e-la-miglior-bottega-di-roma/  e sulle pagine ufficiali dei giurati. Ricordiamo che le gelaterie e le enoteche (intese come vendita di vino e non di prodotti gastronomici) non sono considerati in questo premio. Quindi bando alle ciance: Che vinca il migliore!

Ingresso libero indipendente, che non è valido per entrare nell’adiacente e contemporaneo evento di Birroforum.

Villaggio “Birroforum” ingresso indipendente

Lungotevere Maresciallo Diaz – Roma

25-26-27 giugno 2016; ore 18:30-01:00

Info:

www.witaly.it

eventi@witaly.it