Canditi Crispo: un orgoglio del made in italy!

Pubblicato il 4 dicembre 2015 13.35 | Ultimo aggiornamento: 4 dicembre 2015 13.35

Tags: ,

di Maria Antonella Calopresti
 
Canditi Crispo: un orgoglio del made in italy!

R oma – Canditi Crispo: un orgoglio del made in italy! 

Tempo fa ero alla ricerca di canditi per fare i panettoni. Quelli acquistati al supermercato li trovavo improponibili: secchi, amari e senza alcun gusto.  Io cercavo canditi che mi permettessero di percepire il gusto della frutta, che fossero morbidi e che mi ricordassero quelli che avevo mangiato un tempo con mio nonno Domenico. Per caso, ed è proprio il caso di dirlo, su fb mi sono imbattuta in una pagina che mostrava foto di bellissimi frutti canditi: Crispo. Ho inviato un messaggio alla proprietaria della pagina, Donatella Crispo, per sapere come potevo acquistarli e da lì si è aperto un mondo. Ho scoperto che un mio carissimo amico li stava usando, così li ho potuti assaggiare ed è stato amore: mi hanno riportato indietro nel tempo e mi hanno risvegliato il gusto di quei vecchi sapori che conoscevo e di quei profumi agrumati che avevano accompagnato la mia infanzia in Calabria. Finalmente li avevo trovati!

A quel punto ho voluto sapere tutto dei canditi Crispo, così ho chiesto a Donatella di raccontarmi la storia di come sono nati ed ora che la conosco, la racconto a voi!

Nel lontano 1932, alle falde del Vesuvio, nel ridente paese di San Giuseppe Vesuviano in provincia di Napoli, una giovane coppia di sposi, Francesco Crispo e Maria Saporito, diedero vita ad una produzione di confetti e frutta candita. Francesco era appena ritornato dalla Svizzera, dove aveva vissuto e lavorato col padre e dal quale aveva imparato a fare i confetti e a candire.

Francesco e Maria con fatica comprarono le prime bassine per confettare le mandorle e grossi vasi di creta per iniziare la canditura di frutta e ortaggi. Certo, non era un periodo dei più ridenti: i vari conflitti avevano impoverito tutta l’Italia e soprattutto il Sud, ma i due giovani non si persero d’animo e, non avendo una sede di lavoro, usarono la loro stessa casa per produrre.

Candivano di tutto: carote, uva, ciliegie, agrumi… Superati gli anni tenibili del secondo conflitto mondiale, finalmente riuscirono ad espandersi e a costruire una vera e propria azienda divisa in due livelli: uno per i canditi ed uno per i confetti.

Negli anni del boom economico la produzione assunse livelli molto alti, anche per merito della dedizione e dell’impegno dei figli di Francesco e di Maria e, ciò che prima era una piccola azienda, divenne una fabbrica, quindi, ciò che oggi viene definito marketing.

I figli, in seguito, separarono le attività di produzione in due aziende distinte. Oggi, dopo più di 80 anni dal fondatore, sono i nipoti a portare avanti la tradizione con lo stesso entusiasmo, lo stesso orgoglio, la stessa grinta dei nonni e, soprattutto, mantenendo il tradizionale processo di lenta canditura che rende frutta e ortaggi più morbidi e più gustosi.

Uno dei punti di forza dell’azienda è il “MADE IN ITALY”: nel processo produttivo impiegano solo frutta selezionata e rigorosamente di origine Italiana!

Parte della produzione viene esportata, portando in giro per il mondo una grande tradizione italiana che racchiude in sé tutta la bontà e la passione di un popolo che è orgoglioso dei propri prodotti e ne protegge la qualità anche a discapito delle proprie tasche: l’eccellenza prima di tutto!

Sono sempre felice quando posso raccontare una storia come questa, una storia che parla di Italiani che difendono i loro prodotti, una storia di Italiani che hanno il coraggio di lottare e non fuggono nei paradisi fiscali condannando intere famiglie alla disoccupazione! Soprattutto, Italiani orgogliosi di esserlo!

Sito Canditi Crispo
Pagina Facebook Canditi Crispo

Immagine 1 di 8
  • 1012623_471896512902177_797057867_n

Immagine 1 di 8