Canone Rai in bolletta: come riavere indietro 100 euro

Pubblicato il 25 maggio 2016 19.43 | Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2016 19.43

Tags: ,

 
Canone Rai in bolletta: come riavere indietro 100 euro

R OMA – Canone Rai? Lo sapevate che esiste un modo per non pagarlo? Edison, alla luce del decreto che da quest’anno inserisce il canone tv nella bolletta elettrica, ha infatti deciso di rimborsarlo alle famiglie. Usufruendo dell’offerta Edison Luce Leggera, saranno restituiti i 100 euro del canone ai nuovi clienti che sottoscrivono un contratto entro l’autunno 2016. “Abbiamo deciso di rimborsare il canone tv alle famiglie italiane – dice Marc Benayoun, amministratore delegato di Edison – Ritengo sia un segno importante di vicinanza agli italiani a cui promettiamo di essere sempre più innovativi, non solo nelle offerte, ma anche nei servizi. Scegliendo Edison, i consumatori sceglieranno anche un’energia a bassa emissione di CO2, grazie a un parco elettrico tra i più efficienti in Europa”.

Come funziona? Edison Luce Leggera sconta il canone tv dalla bolletta elettrica per tutto il primo anno attraverso 10 rate mensili da 10 euro ciascuna. Il prezzo dell’energia è bloccato per due anni e, tenendo conto anche del rimborso del canone, risulta il più vantaggioso sul mercato secondo la classifica TrovaOfferte dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico. Chi passa a Edison dopo aver ricevuto l’addebito del canone tv da un altro operatore energetico, riceverà comunque il rimborso dell’intera spesa a partire dalla prima fatturazione sottoscrivendo Edison Luce Leggera. Secondo un sondaggio effettuato da SWG, il 73% degli intervistati è interessato a un operatore energetico che rimborsa il canone e il 53% approva il provvedimento del Governo di inserirlo nella bolletta elettrica.

Dal sondaggio SWG emerge, inoltre, che per un italiano su due, quella del canone è la spesa più insopportabile, davanti alle accise sulla benzina, all’Imu e ai ticket sanitari. Nel dettaglio, emerge che la disaffezione verso il canone tv accomuna sia uomini che donne e che è più marcata nelle fasce d’età 18-24 e 35-44 anni; mentre sopra i 45 anni aumenta il sentimento di rassegnazione. Il Sud Italia e le isole, insieme al Nord Ovest, sono le aree dove si registra maggiore insofferenza verso questa imposta.