“Berlusconi mi ridia la dignità che ho perso”, l’appello di Patrizia D’Addario