Attentato a Nizza, donna poliziotto eroe: ha ucciso il killer

Pubblicato il 15 luglio 2016 11.43 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2016 11.47

Tags: ,

 
Attentato a Nizza, donna poliziotto eroe: ha ucciso il killer

NIZZA – Attentato a Nizza, donna poliziotto eroe: ha ucciso il killer. Una donna poliziotto ha fatto parte delle 3 persone che hanno fermato l’attentatore di Nizza. Il presidente del Dipartimento delle Alpi Marittime: “Non dimenticherò mai il viso di questa poliziotta che ha intercettato il killer”. Un camion gettato a 80 km orari sulla folla, la paura, le grida, il sangue. La corsa che sembrava non finire mai e “persone che cadevano come birilli”. In 3 sono riusciti a bloccare la folle corsa del killer. Una persona e 2 poliziotti di cui una donna. A poche ore dal drammatico attentato a Nizza costato la vita a 84 persone vengono fuori le prime notizie certe. Uno dei due agenti eroi che hanno neutralizzato il killer di Nizza, è una donna. Eric Ciotti, presidente del Dipartimento delle Alpi Marittime, ha dichiarato:

“Una persona è saltata sul camion per tentare di fermarlo. È a quel momento che la polizia è stata in grado di neutralizzare questo terrorista. Non dimenticherò mai il viso di questa poliziotta che ha intercettato il killer”.

Alla guida del camion scagliato contro la folla sulla Promenade des Anglais il franco-tunisino di 31 anni era probabilmente solo: al momento, infatti, non risultano complici. Gli investigatori stanno anche controllando le immagini delle telecamere di sorveglianza per capire esattamente da dove è partito il mezzo pesante che era stato noleggiato “qualche giorno fa” nel sud-est della Francia, Provenza-Costa Azzurra.

Agghiacciante i particolari emersi: il tir bianco:

“Ha cambiato almeno una volta la sua traiettoria. Chiaramente ha cercato di fare il massimo delle vittime“.

Il killer ha doppia nazionalità francese e tunisina e precedenti di delinquenza comune, ma non legami col terrorismo e e non era noto ai servizi segreti. Secondo alcune fonti, l’uomo prima di essere fermato ha anche sparato sulla folla con un’arma di piccolo calibro. All’interno del camion sono stati trovate, oltre alla pistola, anche varie armi leggere e una granata, ma tutto falso.