Non riesci a innamorarti? Colpa della filofobia!

Pubblicato il 19 agosto 2016 15.25 | Ultimo aggiornamento: 19 agosto 2016 15.25

Tags:

 
Non riesci a innamorarti? Colpa della filofobia!

R OMA – Non riesci a innamorarti? Colpa della filofobia! La parola deriva dal greco “φιλος” (amore), e “φοβία” (fobia) ed è definita come la paura persistente, ingiustificata ed anormale di innamorarsi o di amare una persona. Come si legge su Wikipedia: “Il soggetto filofobico prova attacchi di depressione perché ha paura che in futuro possa essere ferito dall’altro soggetto verso il quale prova amore, ma allo stesso tempo prova un senso di attrazione fisica e morale nei confronti dell’uomo o della donna”. Ma perché si soffre di filofobia? Il sito Amando ha provato a dare una spiegazione:

“Come tutte le paure, anche quella di amare ha spesso delle radici nel passato. In molte situazioni la causa deriva da una storia d’amore finita male che ha portato molta sofferenza e ha spinto la persona a chiudersi in se stessa. Si tratta di un meccanismo di difesa che consente di proteggersi, ma che con il passare del tempo si trasforma in un vero e proprio atteggiamento di chiusura.
In altre situazioni la filofobia è tipica in coloro che soffrono di depressione e disturbi ossessivo compulsivi, perché in questi casi non si è disposti a lasciarsi andare, a perdere il controllo e far vedere i propri limiti e debolezze. Secondo la psicodinamica, invece, questa fobia deriverebbe dalle interazioni primarie, traumatiche e dolorose, tra la madre e il bambino e la paura in età adulta che ciò possa riaccadere”.