Regina Elisabetta, in un film la sua “fuga” una notte del 1945

Pubblicato il 6 aprile 2016 12.32 | Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2016 12.32

Tags:

 
Inghilterra, 60 anni da regina per Elisabetta07

R OMA – Ci fu una notte da Cenerentola per Elizabeth, attuale regina d’Inghilterra e per la sorella Margaret Windsor. E’ quella che racconta la commedia romantica, tra realtà e finzione, ‘Una notte con la Regina’ firmata dal regista inglese Julian Jarrold (Ritorno a Brideshead) in sala dal 7 aprile con Teodora Film.

Era l’8 maggio 1945 – Giornata della Vittoria in Europa. Gli Alleati accettano la resa incondizionata dell’esercito nazista e per le strade di Londra è grande festa da parte di tutta la popolazione per la fine della guerra.   Le due giovani principesse, la tonica e  più matura Elizabeth (Sarah Gadon) e la troppo ingenua Margaret Windsor (Bel Powley), forzano così la mano ai genitori, ovvero al Re (Rupert Everett) e la regina in persona (Emily Watson), e ottengono il permesso di uscire.

Ma per le reali principesse i genitori hanno previsto due accompagnatori, due Guardie Reali, che non dovranno mollarle neppure per un attimo. E ancora un tragitto obbligato fino all’Hotel Ritz e poi rientro a Palazzo entro mezzanotte.   Fin qui la realtà, ovvero quello che davvero accade in quella storica notte. Ma il film, che parte dalla prospettiva del ‘what if’, ovvero di quello che sarebbe potuto succedere, a questo punto vira verso il fantastico. Una deriva fiction credibile grazie a una ricostruzione storica straordinaria e la bravura delle due attrici che incarnano il ruolo delle due sorelle divise da un’educazione più che rigida, compensata però dal grande buon senso dell’attuale regina Elisabetta.

Infatti la giovane Margaret, travolta da un gruppo di ufficiali di Marina festanti, sparisce nel nulla. Elizabeth non si scoraggia e grazie all’aiuto di un affascinante e disincantato giovane aviere Jack (Jack Reynor) riesce a trovare la sorella e anche a instaurare una impossibile virtuale storia con il pilota, tanto da portarlo a colazione nella reale famiglia.

”L’idea delle due principesse in giro per la città in incognito è molto intrigante – spiega il regista -. Il film è un piccolo episodio di fantasia che trae spunto da quella storia vera, ma anche una commedia avventurosa e romantica che racconta di una coppia bizzarra, quella di Jack, un aviere proveniente dalla classe operaia, ed Elizabeth una principessa. I due si incontreranno per puro caso e dovranno farsi largo tra le strade di Londra in quella incredibile e folle notte”.