X Factor, Giosada: “Ho vinto, il mio futuro è il pop-rock”

Pubblicato il 11 dicembre 2015 17.24 | Ultimo aggiornamento: 11 dicembre 2015 17.25

Tags:

di redazione Ladyblitz
 

M ILANO –  “Ho suonato musica punk per anni, ma adesso il mio futuro va nella direzione del pop rock”. Si racconta così Giosada, a poche ore dalla vittoria della nona edizione italiana di X Factor che l’ha visto salire sul gradino più alto del podio, davanti agli Urban Strangers che in molti avevano dato per vincenti fino a poco prima del termine della competizione, e a Davide.

“Pensavamo un po’ tutti che la vittoria degli Urban Strangers fosse quasi scontata – ha confessato il cantante pugliese, 26 anni – anche perché loro andavano forte sui social. Le cose invece sono andate diversamente e ovviamente ne sono contento. Nel futuro mi piacerebbe andare in tour assieme a loro e a Davide, con i quali abbiamo anche creato una band all’interno del loft (quello in cui i concorrenti hanno vissuto per tutta la durata dei live, ndr)”.

A proposito della sua carriera, che ufficialmente prende il via oggi con la pubblicazione dell’ep omonimo d’esordio, Giosada sembra avere le idee chiare anche sulle richieste da rivolgere alla sua nuova casa discografica, la Sony. “Ho detto dall’inizio che avrei portato con me la mia band – ha spiegato la voce barese a proposito della formazione con cui suona da anni, i Bari Smooth Squad – perché dopo i miei genitori sono le persone più importanti per me. Quindi saranno loro a suonare nel mio primo disco che verrà”.

Nella storia artistica che Giovanni Sada, questo il vero nome del cantante, ha costruito fino ad oggi, non c’è però solamente la musica. “Il teatro mi ha aiutato molto – ha spiegato il diretto interessato – anche a trovare il modo di stare sul palco. Mi piacerebbe continuare anche questo tipo di esperienza”. Nella scaletta del debutto discografico ufficiale in uscita oggi c’è il brano inedito ‘Il rimpianto di te’, oltre alle cover ‘Sex on fire’ dei Kings of Leon, ‘Retrograde’ di James Blake, ‘Love me two times’ dei Doors, ‘Girl You want’ dei Devo, oltre a ‘The real me’ degli Who. La vittoria del talent, Giosada l’ha dedicata ai suoi genitori e alla sua band. Molto punk anche la dedica a Bari: “Dedico la vittoria anche a Bari – ha spiegato lui – ma in quanto città fatta di persone e non all’istituzione”.

Se il vincitore di X Factor 9 dovrà organizzarsi per mettere le giuste basi per una carriera nella musica, per lui si apre anche l’ipotesi di una partecipazione al Festival di Sanremo. “Ne abbiamo parlato ieri – ha detto Giosada – ma vorrei andarci solamente con una canzone adatta. Diversamente, sarebbe un suicidio. Se non sarà per quest’anno magari potrebbe essere per il prossimo”.