Marco Mengoni ricorda morte Prince: “Difficile da credere”

Pubblicato il 22 aprile 2016 11.13 | Ultimo aggiornamento: 22 aprile 2016 11.13

Tags: ,

 
Marco Mengoni, esce nuovo album: "Mi sento eccitatissimo

“L’ho saputo mentre stavo provando ed essere sul palco ha reso la notizia ancor più difficile da credere. Addio Prince, genio della musica”, queste le parole di Marco Mengoni dopo la morte deel cantante. Prince è uscito di scena all’improvviso ma il suo posto nel Paradiso dei grandi era assicurato da tempo. Il corpo senza vita di Prince e’ stato ritrovato in un ascensore degli studio di Chanhassen, dove l’artista registrava le sue canzoni: a dirlo la polizia che per ora non ha dettagli sulle cause della morte. Una settimana fa – sostiene Tmz – Prince era stato ricoverato in ospedale per una overdose di oppiacei e non per una banale influenza come invece dichiarato dal suo manager.

Roger Nelson, il suo nome all’anagrafe di Minneapolis, la sua amata città dove è morto oggi, è stato l’ultimo grandissimo della generazione classica della musica Black, quella di James Brown, Marvin Gaye, Curtis Mayfield, Stevie Wonder, Sly Stone ma anche una figura fondamentale che ha fatto da cardine da una parte con il jazz, l’amore per Ellington e l’incontro con Miles Davis, e dall’altra con l’universo dell’hip hop e di personaggi come D’Angelo o Kendrick Lamarr. Prince è diventato una super star e si è imposto come una sorta di figura alternativa a Michael Jackson, seguace devoto di James Brown e Jimi Hendrix ma sa usare un linguaggio che parla direttamente al pubblico bianco. Come si legge sull’Ansa

“Il 15 aprile scorso, l’aereo privato di Prince aveva fatto un atterraggio d’emergenza in Illinois, di ritorno da un concerto ad Atlanta, e l’artista era stato ricoverato d’urgenza. Lo stesso Tmz in quell’occasione parlò, citando il suo manager, di un ricovero di qualche ora dovuto al peggioramento di un’influenza con la quale Prince era alle prese da qualche giorno. Invece, sostiene il sito di gossip, Prince fu sottoposto ad un trattamento urgente (tecnicamente il ‘save shot’) per una overdose da oppiacei. I medici avrebbero voluto trattenerlo in ospedale per qualche giorno, sostiene ancora Tmz, ma non essendo disponibile una stanza privata l’entourage del cantante ha chiesto di farlo dimettere”.