Ivana Spagna querela la sosia: “Fa concerti al posto mio”

Pubblicato il 15 gennaio 2016 11.29 | Ultimo aggiornamento: 15 gennaio 2016 11.29

Tags:

 
Ivana Spagna torna alla dance dopo 20 anni

M ILANO – Ivana Spagna porta in tribunale Wanda Fisher, nome d’arte di Vanda Radicchi, ovvero la sia sosia. Il motivo è, a detta della Spagna, che la Fisher si spaccerebbe per “l’originale” facendo serate e concerti. Secondo Ivana Spagna la sosia non si sarebbe limitata a partecipare a qualche sagra di paese imitando l’originale. Ecco cosa scrive Il Corriere della Sera:

Non ne poteva più di «partecipare» a serate alle quali non era mai stata o di comparire a sua insaputa nelle pagine di rotocalchi, riviste di gossip e social network come «ospite d’onore» a questo o quell’evento. Non era lei, Ivana Spagna, cantante e autrice di lungo corso, indimenticata stella della musica dance nostrana anni 80, la donna che sorride su Facebook durante un evento al Palazzo della Regione nel giugno di 3 anni fa. E nemmeno la signora raffigurata in un noto settimanale scandalistico, a suo agio tra gli ospiti di una festa nella settimana della moda milanese, o alla sfilata della collezione di Lorenzo Riva.

La «sosia», stando alla denuncia dell’artista, si «sostituisce illegittimamente», al solo scopo di «procurarsi un indebito vantaggio economico». Il tutto «attribuendosi il nome» di Ivana Spagna, approfittando della «somiglianza» con la stessa, «raggiunta e perfezionata, pare, anche mediante interventi di chirurgia plastica».