Cristina D’Avena FOTO da giovane: vita privata e curiosità

Pubblicato il 13 febbraio 2016 20.45 | Ultimo aggiornamento: 13 febbraio 2016 22.56

Tags:

 
Cristina D'Avena FOTO da giovane: vita privata e curiosità

S ANREMO – Cristina D’Avena FOTO da giovane: vita privata e curiosità. Classe ’64, ha appena compiuto 50 anni eppure è stata e continua ad essere il punto di riferimento per migliaia di bambini (e bambini ormai cresciuti) in tutta Italia. Ospite dell’ultima serata della 66esima edizione del Festival di Sanremo, Cristina D’Avena promette di farci sognare. Le sue canzoni, dedicate ai bambini, fanno cantare 30enni in tutta la Penisola, i suoi concerti registrano tutt’ora il sold-out e i fan ballano e cantano le sue canzoni ancora a squarciagola. Recentemente intervistata da La Repubblica, la beniamina dei “bambinoni” che sono cresciuti con lei, ha assicurato che rispetto ai tempi d’oro (anni ’90) per le non è cambiato niente: “Ho sempre moltissimi fan, ricevo centinaia di lettere e proposte di matrimonio da uomini di tutte le età, dai venticinque ai novant’anni. Solo che oggi mi scrivono su Facebook. Sono passati già 30 anni della mia carriera, da quando ho incominciato a cantare canzoni per bambini e a tutt’oggi continuo a fare concerti in giro e noto che quei bambini che erano dei bambini e ora persone sposate, con la loro vita continuano a seguirmi, e che nella vita ogni tanto cantando le mie canzoni si può rimanere ancora dei bambini dentro e questo è la cosa più bella! Che ogni tanto cerchiamo di essere bambini…”.

Dopotutto, la carriera di Cristina D’Avena è davvero… 50ennale. Ha infatti esordito all’età di 3 anni e mezzo cantando Il valzer del moscerino alla decima edizione dello Zecchino d’Oro e arrivando terza. Dopo l’esperienza allo Zecchino d’Oro, rimane all’Antoniano come componente del Piccolo Coro. Nel 1981 incide la sigla della serie animata giapponese Pinocchio. Gli anni ’80 e ’90 segnano il successo di Cristina D’Avena, che comincia a cantare le sigle italiane dei cartoni animati più famosi diventando l’idolo dei bambini e ragazzi degli anni ’80. Ha iniziato a pubblicare singoli e album (tra cui si ricorda la famosissima collana Fivelandia). Tra le canzoni dei primi anni, la Canzone dei Puffi del 1982 (suo primo Disco d’Oro per le oltre 500 000 copie vendute) e Kiss me Licia del 1985 (Disco di Platino per le oltre 200 000 copie vendute del relativo album). Non solo: dal 1983 fino al 2000, ha preso parte ripetutamente alla trasmissione Bim Bum Bam come guest starA partire dal settembre 1986 inizia la carriera di attrice, interpretando Licia nella serie di telefilm per ragazzi Love me Licia, basata sulla protagonista e sui personaggi dell’anime Kiss me Licia. Hanno seguito numerosi successi di sigle dei cartoni animati, tra cui quella di Mila e Shiro, Magica magica Emi, Pollyanna, Una per tutte tutte per una, Ti voglio bene Denver, Lady Lovely, Bentornato Topo Gigio, Che campioni Holly e Benji e molte molte altre.

In merito alla vita privata, Cristina D’Avena è tutt’ora single (almeno secondo quanto dicono i gossip e come lei stessa confermato nel 2014, sebbene sia stata paparazzata al fianco di un uomo che viene descritto come suo fidanzato).  A Repubblica, la D’Avena ha confessato di non essersi (ancora) sposata anche perché soffre della sindrome di Peter Pan: “Che male c’è? Poi intendiamoci, non è che io non sia cresciuta, solo che mi sono fermata a 24 anni. Ho sempre vissuto con mamma e mia sorella. Vivo ancora con loro”.

La D’Avena, che oggi collabora anche con i Gem Boy, ha rivelato di avere paura del buio e che da quando è piccola dorme con la lucina accesa. Quindi a proposito del suo rapporto con Dio: “Sono in macchina con mia sorella e altri amici. Scoppia una gomma, la macchina gira su se stessa una decina di volte. Io vedo ghiaia e non asfalto. E le macchine intorno ferme, ogni cosa attorno di colpo immobile. Non ci sono stati danni, né feriti. Un miracolo”.

Immagine 1 di 13
  • Cristina D'Avena FOTO da giovane: vita privata e curiosità

Immagine 1 di 13