Beyoncé difende i diritti degli afroamericani

Pubblicato il 11 luglio 2016 08.06 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2016 08.07

Tags:

 

C ‘e’ anche Beyoncé tra le stelle nere della musica (ma anche dello sport) che si stanno mobilitando per sostenere la protesta contro le recenti uccisioni di afroamericani da parte della polizia. ‘Queen B’, come e’ soprannominata, ha invitato i suoi fan a contattare i loro rappresentanti al Congresso. Il rapper T.I. ha marciato insieme ai manifestanti ad Atlanta, mentre i suoi colleghi Snoop Dogg e The Game si sono recati al dipartimento di polizia di Los Angeles, dove hanno parlato insieme ad altri membri della comunita’ ai cadetti che si stanno diplomando. Snoop ha invitato al dialogo, all’approccio con le nuove reclute prima che entrino in servizio. Tra i campioni dello sport e’ sceso in campo il cestista dei New York Knicks Carmelo Anthony, che su Instagram ha invitato gli atleti a ”farsi avanti e farsi carico del problema” andando dai dirigenti locali, dai leader, dai parlamentari e chiedendo cambiamento.

Questa non è la prima volta che Beyoncé difende i diritti di qualcuno. Lo scorso maggio ha protestato contro la legge anti-gay della North Carolina. ‘Queen Bey’ ha espresso il proprio appoggio a tutti coloro che si impegnano a ”portare avanti il messaggio di uguaglianza” e in particolare all’organizzazione ‘Equality NC’. L’artista ha pubblicato una sua foto con la maglietta di Equality NC con la scritta ‘Y’all means all’. ”Fra le molte organizzazioni che fanno un buon lavoro nel cercare di far abolire la legge” nello Stato ”c’e’ Equality NC, organizzazione locale dedita ad assicurare uguali diritti per lesbiche, gay, bisessuali, transgender”.

Per quel che riguarda la sua carriera artistica, Beyoncé ha pubblicato lo scorso aprile il suo nuovo album senza alcun preavviso. I fan hanno visto comparire le dodici tracce del suo Lemonade su Tidal, la piattaforma di cui è titolare con suo marito Jay-Z. Che però fosse in arrivo poteva sembrare ovvio da quando la cantante lanciò il Formation World Tour, subito dopo il cameo al Super Bowl. Tour che è partito il 27 aprile a Miami e arriverà il 18 luglio allo stadio Meazza di Milano.