Amal Alamuddin, il suo prossimo impegno: difenderà…FOTO

Pubblicato il 13 giugno 2016 10.03 | Ultimo aggiornamento: 13 giugno 2016 10.03

Tags:

 

Amal Alamuddin Clooney ha una nuova missione: difendere le migliaia di donne yazide rapite, stuprate e torturate dai jihadisti dell’Isis in Iraq e Kurdistan. Avvocato per i diritti umani, sotto i riflettori per le sue battaglie ma anche per il matrimonio con George Clooney, Amal ha chiesto alla Corte penale internazionale di aprire un’inchiesta per crimini contro l’umanità ai danni della minoranza yazida. “E’ arrivato il momento di portare i leader dell’Isis alla sbarra all’Aja”, ha dichiarato l’avvocato di origine libanese. “Migliaia di donne yazide sono state sottoposte in schiavitù dai terroristi dell’Isis che ha apertamente dichiarato l’intenzione di commettere un genocidio. Sono stati commessi stupri in modo sistematico, e ancora ne vengono commessi”, ha attaccato Amal parlando all’evento del New York Times ‘Women in the world’ al quale ha partecipato anche la candidata al Nobel Nadia Murad Basee Taha.

Yazida di Sinjar, Nadia è rimasta orfana nell’agosto del 2014 quando i jihadisti dell’Isis hanno massacrato sua madre e i suoi sei fratelli. Poi è stata catturata insieme con altre 5.000 donne e portata a Mosul dove per tre mesi ha dovuto subire violenze di ogni tipo. Alla fine è riuscita a scappare, adesso vive in Germania e, lavorando con l’Onu, è diventata un simbolo per la causa degli yazidi. “Sono onorata di rappresentare Nadia e la comunità degli Yazidi nella loro battaglia per avere giustizia”, ha detto Amal Clooney che è anche l’avvocato dell’ex presidente delle Maldive Mohamed Nasheed, incarcerato con l’accusa di terrorismo dopo un processa farsa, secondo i suoi difensori.

Gorge Clooney e Amal Alamuddin si sono sposati a Venezia il 27 settembre 2014. Il matrimonio è stato officiato in lingua inglese dall’ex-sindaco di Roma e amico di Clooney, Walter Veltroni. Amal è nata il 3 febbraio 1978 (età 38) a Beirut, in Libano. Nel 1980, con l’intensificarsi della guerra civile libanese, la sua famiglia ha lasciato il Paese alla volta dell’Inghilterra, per stabilirsi nel sobborgo di Gerrards Cross, Buckinghamshire, a nord ovest di Londra. Lei ha studiato Giurisprudenza al St. Hugh’s College, di Oxford. E’ diventata una barrister di successo e si è occupata della difesa di personaggi noti quali Julian Assange, Yulia Timoshenko, Abdullah Senussi, alto funzionario della Libia di Gheddafi.

Immagine 1 di 51
  • Amal Alamuddin: abito giallo firmato Versace a Cannes FOTO
  • Foto Ansa
  • Letizia Ortiz, Amal Alamuddin: look invernali a confronto FOTO er
Immagine 1 di 51