Albano Carrisi: “Continuo a viaggiare nel mondo per…”

Pubblicato il 3 maggio 2016 08.41 | Ultimo aggiornamento: 3 maggio 2016 08.41

Tags:

 
Albano Carrisi: "Continuo a viaggiare nel mondo per..."

T ORINO – “Continuo a viaggiare nel mondo dove per fortuna la gente viene sempre numerosa ai miei concerti, ma vi dico che l’Italia è il Paese più bello e geniale, lo dicono anche i miei figli, mezzi americani, ma c’è ancora molto da fare per renderlo più vivibile”. Così Albano Carrisi, al Circolo dei Lettori di Torino, dove tornerà il 12 maggio per partecipare all’inaugurazione del Salone del Libro in rappresentanza della Puglia, regione ospite d’onore, e per tenere al Teatro Alfieri un suo concerto.

“Tutte le volte che torno in questa città – ha aggiunto – mi rendo conto di quanto sia bella e di quanto abbiate fatto tesoro di essere vicini alla Francia”. In qualità di viticoltore ha ricordato i vini del Piemonte, dal Barbera al Barolo, dal Dolcetto al Barbaresco. “L’Italia del vino dopo l’incidente del metanolo è rinata ed è competitiva”, ha aggiunto. Ha poi scherzato sul suo desiderio di fare un trio con Morandi e Ranieri. “Morandi non vuole perché dice che gli copriremmo la voce, ma non è vero”.

Albano Carrisi è stato sposato con Romina Power. La coppia è convolata a nozze il 26 luglio 1970. Dal matrimonio sono nati quattro figli: Ylenia, Yari Marco, Cristèl e Romina Jr. Jolanda. La primogenita Ylenia è scomparsa tra il 31 dicembre 1993 e il 1º gennaio 1994 in circostanze misteriose mentre si trovava a New Orleans, in America. Dopo la fine della storia tra il cantante e l’attrice, Albano Carrisi ha ritrovato l’amore con Loredana Lecciso, dalla quale ha avuto a sua volta altri due figli, Jasmine e Albano Jr.

Loredana Lecciso ha commentato la reunion artistica del compagno con la ex moglie. Lo ha fatto nel corso della trasmissione Domenica Live.  Secondo quanto riportato da Today, la showgirl ha detto:

“Ogni scelta lavorativa di Al Bano merita la mia stima. Non interverrei mai per dargli suggerimenti. Entrambi rispettiamo la nostra autonomia. Qualche attrito è fisiologico specialmente in fase di conoscenza. Di errori, in passato, ne ho commessi. Ho fatto un mea culpa pubblico. Quelli che siamo adesso siamo frutti di quelli errori”.