Colon irritabile (o colite): cause e rimedi efficaci

Pubblicato il 24 novembre 2015 15.36 | Ultimo aggiornamento: 24 novembre 2015 15.36

Tags:

di Redazione Ladyblitz
 

ROMA – Colon irritabile (o colite): cause e rimedi efficaci. La sindrome del colon irritabile è un disturbo molto fastidioso che, oltre a essere causa di disagio, annovera sintomi spiacevoli quali dolori e crampi addominali, meteorismo, flatulenza, alterazioni della consistenza delle feci, diarrea e stitichezza. Secondo le ultime statistiche la sindrome del colon irritabile, meglio conosciuta come colite, è piuttosto diffusa e colpisce circa il 20% della popolazione.

Di per sé non un disturbo grave ma può creare non pochi disagi nella vita quotidiana ed è dovuto, soprattutto, a errori alimentari e allo stress. Non tutti sanno, infatti, che l’intestino può essere paragonato a un “secondo cervello” in quanto deriva da una specie di estensione del sistema nervoso. Alcuni ormoni prodotti sotto stimolo nervoso vanno, quindi, ad agire sia sul cervello sia sull’ intestino. Di conseguenza, tutto ciò che succede a livello cerebrale tende a ripercuotersi sulla funzionalità intestinale. In particolare stress, collera trattenuta, intense emozioni, ansia, possono andare a contrarre le pareti del colon, causando o aggravando i sintomi. Non solo: la colite insorge soprattutto a causa di uno stile di vita e di un’alimentazione errata: dieta povera di fibre o acqua oppure alterazioni della flora intestinale.

Fortunatamente la sindrome del colon irritabile può essere prevenuta adottando uno stile di vita sano, praticando con regolarità un’attività fisica e seguendo un’alimentazione equilibrata, ricca di acqua e fibre.

L’alimentazione, in particolare, gioca un ruolo fondamentale: esistono, infatti, dei cibi che sono consigliati in caso di colite mentre altri andrebbero evitati: via libera dunque a verdura (in particolare finocchi, radicchi e carote), mele e pere, carni bianche e magre, pesce, yogurt naturale biologico e uova (ma senza eccedere).  Da evitare, invece, carni rosse e/o grasse; salumi e formaggi, fritti e fast food, bevande zuccherate, alcolici, dolcificanti dietetici (polialcoli), salse e cibi troppo piccanti o elaborati. I cereali sono importantissimi per la lotta contro il colon irritabile in quanto ricchi di fibre, tuttavia è bene evitarli in caso di fase acuta di colite.

La sindrome del colon irritabile, inoltre, può essere prevenuta e/o trattata grazie ai simbiotici, ovvero integratori alimentari che contengono una fibra prebiotica e fermenti lattici probiotici. In particolare, la fibra probiotica come quella di psyllium è utile in quanto nutre la flora intestinale batterica. I probiotici, invece, agiscono nel ripristino o nel mantenimento della quantità e qualità della stessa. È importante avere una flora batterica intestinale e un corretto utilizzo di simbiotici favorisce l’equilibrio dell’ecosistema intestinale, alleviando i sintomi della colite come gonfiore e dolore.