Rossana da Nestlé a Fidale: caramelle “di nonna” tornano italiane

Pubblicato il 9 giugno 2016 14.04 | Ultimo aggiornamento: 9 giugno 2016 14.05

Tags:

 
Rossana da Nestlé a Fidale: caramelle "di nonna" tornano italiane

R OMA – Rossana da Nestlé a Fidale: caramelle “di nonna” tornano italiane. Le ricordiamo tutti come le “caramelle della nonna” perché le trovavamo sempre nel “coccetto” all’ingresso di casa. Dure fuori e cremose dentro, un sapore speciale che ci fa tornare con la mente a quando eravamo bambini, le caramelle Rossana da Nestlé passano all’azienda astigiana Fidale, tornando dunque italiane. Si legge sul Secolo XIX:

“Nate in casa Perugina nel 1906, devono il nome a un omaggio a Roxanne, la dama amata da Cyrano de Bergerac. Un gusto inconfondibile il loro, dato dall’unione del latte, mandorle e nocciole, e un’immagine che negli anni è cambiata pochissimo. Il prodotto ha avuto fin dall’esordio un successo enorme: nel primo mese venne esaurita l’intera produzione annuale. In tempi molto recenti sono comparse nel film Youth – La giovinezza di Paolo Sorrentino. Un riuscito esempio di “product placement” (l’inserimento di sponsorizzazioni nella sceneggiatura), con Michael Caine a stropicciarne ossessivamente (e anche rumorosamente) la carta. Il regista premio Oscar ha raccontato che da bambino la metteva davanti agli occhi per guardare il mondo di un altro colore. Rossana verrà prodotta all’interno dello stabilimento Fida di Castagnole delle Lanze. L’azienda, attiva dal 1973 e che opera esclusivamente nel settore delle caramelle (fra i marchi in portafoglio Sanagola e Charms) attualmente detiene una quota pari al 3,5% circa nel totale del mercato, con un fatturato 2015 pari a circa 15 milioni di euro”.

 Più che una semplice caramella, le Rossana costituiscono il simbolo di un’era e fanno parte dell’immaginazione di ogni 30enne di oggi come il dolcetto, il premio gustoso che ogni nonnina ci regalava quando eravamo piccoli. Ora, questa caramella speciale torna -come è giusto che sia- italiana, in memoria dei tempi andati e un omaggio alla grande Luisa Spagnoli che realizzò la prima Rossana dentro gli stabilimenti della su Parugina.