Parrucchiere, lavaggio pericoloso: “Stavo per morire”

Pubblicato il 16 marzo 2016 13.30 | Ultimo aggiornamento: 16 marzo 2016 13.30

Tags: ,

 
Parrucchiere, lavaggio pericoloso: "Stavo per morire"

S AN DIEGO – Parrucchiere, lavaggio pericoloso: “Stavo per morire”. È possibile che una semplice e innocua piega dal parrucchiere possa addirittura rischiare di farti venire un ictus? È quello che è successo ad Elizabeth Smith, di Sa Diego, che a causa di un lavandino per shampoo non regolabile ha rischiato di morire. Ad occuparsi della vicenda è il Giornale, che scrive:

“Elizabeth Smith nel gennaio 2014 era andata dal parrucchiere per una normale piega, ma otto giorni dopo ha cominciato a sentirsi male. I medici le hanno diagnosticato un ictus e con un intervento d’urgenza è stata salvata da una morte certa. Gli infermieri le hanno detto che è stata colpita “dall’ictus da salone di bellezza”, una sindrome che si manifesta quando il lavandino per lo shampoo non è regolabile.

I medici hanno spiegato, che quando il collo si trova in una posizione di massima tensione ed estensione, le arterie possono dilatarsi o addirittura rompersi. A causa di queste anomalie del flusso di sangue che arriva al cervello, si potrebbe manifestare l’ictus”.

Una sindrome, dunque, rara ma possibile che avviene quando il lavandino per lo shampoo non è regolabile. La donna ha spiegato a Buzzfeed all’inizio era un po’ scettica che l’ictus fosse dovuta al lavandino per shampoo non regolabile:

“Così ho chiesto alle mie amiche di chiedere ai loro parrucchieri ed è venuto fuori che l’80% dei saloni è al corrente della possibilità di ictus. Così ho pensato “se lo sanno tutti e non fanno niente c’è qualcosa che non va».

Così, mentre la Smith ha fatto causa al salone di bellezza per essere risarcita, noi quando andiamo dal parrucchiere lanciamo un’occhiata al lavandino: se le sedie del lavaggio o il lavandino stesso sono regolabili (come accade quasi in tutti i saloni di bellezza in Italia), non c’è nulla da temere. Altrimenti, meglio stare attenti.