Nozze gay, arrivano i corsi laici prematrimoniali

Pubblicato il 2 maggio 2016 09.08 | Ultimo aggiornamento: 2 maggio 2016 09.08

Tags: , ,

 

G ENOVA – Corsi prematrimoniali laici con nozioni base di psicologia, diritto di famiglia e ritualità laica, aperti anche a coppie gay o lesbiche. Li organizza l’Uaar, Unione atei agnostici razionalisti.

“I nostri corsi – ha spiegato Mirko Melis, coordinatore Uaar di Genova – non sono di tipo etico, come quelli della Chiesa, ma vogliono dare una preparazione di base psicologica e giuridica alle coppie”.

Nel capoluogo ligure i corsi, che hanno il patrocinio del Comune, sono già stati seguiti da una trentina di coppie. “I corsi – ha spiegato Melis – sono a numero chiuso, massimo 10 coppie, per cercare di avere una buona interazione tra partecipanti e relatore”. I corsi sono rivolti a tutti, “anche agli omosessuali anche se non c’è mai stata risposta da questo mondo”.

“Il nostro scopo – ha sottolineato ancora Melis – è la laicità. A noi non interessa diffondere l’ateismo ma vivere in una società rispettosa di tutte le posizioni, compresa la nostra. La nostra società è molto individualista e molte persone non sono preparate ad una vita a due. Per questo, a livello psicologico, puntiamo molto sulla prevenzione e sulla gestione dei conflitti e, a livello giuridico, puntiamo sulle nozioni di base che riguardano i diritti ed i doveri delle coppie sposate e delle coppie conviventi siano etero che gay”.

“Abbiamo pensato ai corsi perché l’aspetto della preparazione delle coppie al matrimonio è delegata alla Chiesa e per quanti si sposano in Comune o convivono non è previsto un percorso specifico o un cerimoniale da seguire”, ha spiegato Melis.

“Fino ad ora – ha precisato il referente Uaar di Genova – abbiamo avuto il patrocinio del Comune perché in un certo qual modo ci siamo sostituiti al Comune stesso nell’erogare un servizio che spetterebbe all’amministrazione civica. Il nostro auspicio infatti è che il Comune ci possa sostituire e inizi a farsi carico di rispondere a questa richiesta”. (Ansa).