Glutei, scolpiscili con Hip Thrust: semplice ed efficace VIDEO

Pubblicato il 15 febbraio 2016 11.25 | Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2016 11.25

Tags: ,

 
Glutei, scolpiscili con Hip Thrust: semplice ed efficace VIDEO

R OMA – Glutei, scolpiscili con Hip Thrust: semplice ed efficace VIDEO. Vuoi scolpire i glutei ma non sai da dove cominciare? Ecco un bellissimo esercizio, che non si vede fare comunemente in palestra ma che è semplice ed efficace allo stesso tempo. L’esercizio di spinta dell’anca e’ uno strumento fenomenale per far lavorare i glutei. Per eseguire questo strano esercizio serve  una panca bassa di quelle per effettuare il bench press ed una peso o un bilanciere. I piedi devono essere posizionati sotto le ginocchia, così quando si estende completamente, le ginocchia faranno un angolo di 90 gradi con il pavimento. Il collo deve rimanere neutrale, bisogna far finta di avere un uovo sotto il mento per tutto l’arco del movimento.

Ecco l’esecuzione: premendo a terra con entrambi i piedi, spirare con forza. Contrarre la muscolatura del core (muscolatura lombare), estendere i fianchi verso l’alto, stringere i glutei e tenere premuto attraverso i piedi fino a raggiungere la completa estensione  dell’anca. Eseguire 3 serie da 15 ripetizioni.

“Ho scoperto la mia passione per lo sport appena adolescente, a 12 anni. Ancora vivevo a Bagheria, in Sicilia, dove sono nata. Partecipavo alle maratone organizzate dalla scuola ed invece di stancarmi mi sentivo meglio.
Visto che in Sicilia è quasi sempre estate ho iniziato a praticare Wind surf. Che emozione il vento sul volto mentre ti sembra di volare sull’acqua.
Il mare mi appassionò, acquisii il brevetto da sub per scendere sempre più giù..sempre  più giù nel mare.. forse  il mio elemento naturale, visto che sono del segno dei Pesci.
A sedicianni andai via da una terra meravigliosa per cercare fortuna, la trovai ed assieme .. trovai anche me stessa.
Con i miei genitori ci trasferimmo a New York. Una volta, venni aggredita da un ragazzo ubriaco che allungava un po’ troppo le mani all’uscita di una discoteca e mi venne spontaneo stenderlo con un pugno anzi un diretto destro. Il colpo parti da solo con naturalezza. C’era lì vicino un ex pugile americano che mi notò e mi disse: “Complimenti, tu questo sport ce l’hai nel Dna”.
Aveva ragione; mi fermai a Philadelphia per due mesi e li imparai. Era strano. Io che sono così schizzinosa, là invece mi trovavo a mio agio anche in certe palestre puzzolenti. La boxe mi avvinceva.
Poi tornai in Italia e feci ancora più sul serio: alimentazione controllata (che sofferenza, quanto amo coccolata e gelati), allenamenti programmati, vita, orari ed atteggiamenti da sportiva. Conseguii al Centro Federale Santa Maria degli Angeli di Perugia il diploma di Tecnico di Pugilato e sono stata una delle prime e rarissime donne ad insegnare questo sport così vero affascinante ed unico.
Non contenta di ciò sentivo esigenza di esplorare e conoscere l’affascinante modo del bodybuilding e fitness dove ho partecipato a diverse competizioni in Italia e all’estero, con un buon risultato nel campionato mondiale Ibff scorso giugno a Koper. Sono anche testimonial dell’azienda italiana di integratori, Ultimate Italia, personsl trainer e ragazza copertina per riviste sportive”.