Dieta sana non è digiuno: alimentazione equilibrata

Pubblicato il 25 gennaio 2011 23.40 | Ultimo aggiornamento: 13 novembre 2015 09.28

Tags: , , , ,

 

P rima di cominciare a parlare di allenamento e a mostrarvi i vari esercizi che potreste fare a casa ed in ufficio….mi è doveroso accennare all’importanza di un alimentazione sana….

Tutti noi conosciamo l’importanza di una buona alimentazione per mantenere sano il nostro corpo e farlo funzionare al meglio. Se questo è valido per una persona “normale” che svolge piu o meno una vita sedentaria, tanto lo è più per coloro che dal proprio corpo devono ottenere molto in termini di prestazione fisica e consumo energetico.

Ricordatevi….”Siamo quello che mangiamo”!!!

A tutti piacerebbe mangiare quello che più ci piace non fare sport ed avere un bel fisico, ma mettiamocelo bene in testa che anche se abbiamo una buona genetica questo è solo un sogno!!

Allora bisogna rimboccarsi le maniche prendere un bel respiro e cominciare uno stile di vita sano..
Non parlerò di dieta…..perchè molte e molte volte ho sentito in palestra e negli spogliatoi parlare di diete lampo, drastiche che lì per lì fanno dimagrire ma poi smessa la dieta si riprendono tutti i kg persi con gli interessi.

Personalmente mi sono sottoposta a diete veramente rigide, diete fatte in previsioni di alcune competizioni di boxe e gare di fitness che ho fatto in passato…..dove mangiavo esclusivamente  “carne ed acqua” cioè petto di pollo a colazione, pranzo e cena…..Questo regime alimenatre mi ha permesso insieme ad estenuanti allenamemti di avere una definizione muscolare pazzesca, le vene dapertutto….un fisico plastico e scolpito….che ho potuto ammirare un giorno solo quello della gara!!! Allora mi domando è importante raggiungere la perfezione e godersela solo per poco tempo o avere un fisico bello ed asciutto….magari meno scolpito per tutto l’anno???

Le diete drastiche dove ti privi di tutto creano dei seri scompensi a livello psicologico….(ed io ne so qualcosa) quando ti sottoponi a mesi e mesi di dieta dove sogni di mangiare un gelato(ah quanto l’adoro) ed una pizza…. tutto il cibo diventa una cosa proibita, anche gli alimenti che prima non t’incuriosivano per cui è facile cadere nella bulimia.

Per cui ripeto quanto invece sia bello ed importante essere in grado di acquisire quella coscenza che ci permette di mangiare quello di cui veramente il nostro corpo ha bisogno…senza seguire la magica dieta che ci ha dato l’amica del cuore.Dobbiamo imparare ad ascoltare il nostro corpo mangiando sano e non mangiando per abitudine o per gola, o come spessoi]]>
<wiamo tristi o perchè il fidanzato ci ha lasciato…o perchè l'amore non và o per qualsiasi altro motivo mangiamo cioccolata o dolci per colmare un vuoto che abbiamo dentro…
questo è sbagliatissimo….perchè se già abbiamo un problema ed inoltre ci abbuffiamo siamo due volte più tristi perchè poi siamo assalite dal senso di colpa ed in più non ci piaciamo.

Quante volte ci è capitato dopo una giornata di lavoro stressante, il traffico, la fila in banca, la multa, il collega che ci fà arrabbiare  che torniamo a casa e ci consoliamo mangiando tanto junkie food…..li per li ci sentiamo soddisfatti felici….ma poi siamo assaliti dai sensi di colpa, ci sentiamo dei deboli, e diciamo  domani  mangio solo frutta (che poi anche questa è una cavolata perchè la frutta è piena di zuccheri che se non li bruci si trasformano in grassi)

Quando abbiamo questi momenti in cui ci sentiamo piu fragili non dobbiamo pensare al cibo spazzatura come un qualcosa che ci dà piacere…..ma dobbiamo mentalmente pensare al dopo,
associare quelle brutte sensazioni di pesantezza, di sensi di colpa ad un bel vassoio di pasticcini o alla tavoletta di cioccolata , solo con questo tipo di approccio mentale  riusciremo ad evitare delle abbuffate inutili.

Quello che dico purtroppo è un serio problema della società di oggi….altrimenti saremo tutti perfetti ed in forma smagliante….viviamo molto il rapporto con il cibo a livello emotivo, e a livello di piacere pranzi di lavoro, cene con gli amici, certo per la cultura italiana il cibo rappresenta molto anche un momento di aggregazione, di rappresentanza, per carità va tutto bene ma se noi vogliamo migliorare il nostro fisico, il nostro aspetto, vogliamo sentirci piu belli piu fighe non dobbiamo certo vivere isolati, possiamo fare tutto partecipare ad eventi mondani cene ma dobbiamo sempre e sempre pensare al nostro obiettivo (forma fisica) quindi usiamo l'intelligenze evitando di assaggiare tutto preferiamo le proteine evitando i grassi i fritti i dolci e gli alcolici.